Biblioteca Comunale Chelliana - Grosseto
Foto della Biblioteca Chelliana
Biblioteca Chelliana
piazza Carlo Cavalieri, 9
tel. 0564.456244
fax 0564.451646
cerca nel sito:

Informazioni - Archivio notizie

news: Carteggio Chelli

Martedì 20 ottobre alle ore 11 nella sala del Consiglio Comunale si terrà la presentazione del volume Il carteggio del canonico Giovanni Chelli, 1844-1865, curato da Anna Bosco e Luca Seravalle con la collaborazione di Maria Grazia Celuzza, autrice del saggio "Nulla di meno per collezione tutto fa": Il Carteggio Chelli e la storia del primo Museo di Grosseto, e Stefania Ulivieri, autrice di tre saggi, rispettivamente Il Fondo archivistico Giovanni Chelli conservato presso la Biblioteca Chelliana di Grosseto: ipotesi di ordinamento ed inventariazione, Il canonico Giovanni Chelli: scheda biografica e Fonti di e su Giovanni Chelli. Giovanni Chelli è noto ai grossetani soprattutto per aver fondato il Museo archeologico e la Biblioteca Chelliana. Oggi al suo nome sono intitolati anche due licei e una fondazione.

Il carteggio è composto da documenti eterogenei nella tipologia e nella provenienza: carte private, carte da militante politico e carte di uomo di cultura che rispecchiano la personalità del soggetto che le ha prodotte. Giovanni Chelli nasce a Siena il 5 novembre del 1809, ma giovanissimo si trasferisce a Grosseto con la famiglia. Sacerdote nel 1833, viene successivamente eletto rettore nella Penitenzieria della Cattedrale di Grosseto di cui era già canonico. Influenzato dalle dottrine liberali di allora, Chelli diventerà un prete-patriota, figura non rara da incontrare negli anni del Risorgimento italiano. Il carteggio abbraccia il periodo che va dai primi moti risorgimentali fino agli ultimi anni prima della morte del canonico, avvenuta l’8 dicembre 1869: da questo emergono i rapporti che egli intrattenne con personaggi di spicco, fra cui Bettino Ricasoli, i fratelli Salvagnoli-Marchetti e Francesco Domenico Guerrazzi. Gli ultimi anni sono contrassegnati dall'impegno intellettuale di donare alla città di Grosseto due istituzioni culturali importanti come il museo e la biblioteca.

 

Torna all'archivio notizie

© Biblioteca Chelliana Grosseto | Crediti e disclaimer | Redazione | Accessibilità
Data di pubblicazione: 18 gennaio 2007
Ultimo aggiornamento: 4 marzo 2009

Valid XHTML 1.0 Transitional Valid CSS!